L’Amore nei Film

Nei film l’amore è più bello se per un po’ fa soffrire.

Potremmo dire che la trama tipo si sviluppa più o meno così:

  • Lui è da sempre innamorato di Lei.
    Lei, dapprima indifferente, si accorge di Lui solo quando, ormai rassegnato, comincia a frequentare un’altra donna. La nostra protagonista, scoprendosi gelosa, capisce di provare qualcosa e decide di dichiararsi. A quel punto potrebbe essere troppo tardi, perché Lui è in aeroporto diretto in un altro stato dove ha accettato una proposta di lavoro.
    Ce la fa, lo riconquista ed il lieto fine si compie.
  • Lei è la ragazza goffa della porta accanto.
    Ama Lui che invece è ufficialmente fidanzato con una donna ricca, bellissima e di classe. I due sembrano la coppia perfetta agli occhi degli altri ma è solo apparenza perché la ragazza è una stronza algida e Lui non sa di non essere felice. Quando incontra la ragazza della porta accanto goffa ma in gamba, Lui si accorge finalmente di essere intrappolato in un rapporto sbagliato e la nuova coppia nasce… O meglio, vorrebbe nascere, perché sicuramente la sua ex cerca di ostacolare l’unione. Quindi la ex prova a rovinandogli la carriera e a vendicarsi in tutti i modi, ma  la nuova coppia resiste. e alla fine i due vivono felici e contenti. Ma prima devono patire.

Sono esigenze narrative. Non è l’oracolo.
Ma noi che ci immedesimiamo nei protagonisti dei film e cerchiamo nella trama affinità con la nostra vita come se dall’evoluzione della storia si potessero ricavare previsioni sulla nostra, rischiamo di credere che sia normale che l’amore debba far soffrire. In fondo ce lo dicono tutte le storie piccole e grandi a cui siamo abituate. Ci insegnano che l’amore va conquistato.
I film ci mostrano che se l’inizio è stato difficile, il lieto fine è guadagnato.

Per la verità, vedere in TV la storia di due ragazzi liberi e felici le cui vite vanno alla grande, che si incontrano e insieme diventa tutto ancora più bello, è semplicemente noioso da vedere. Non c’è trama.

Allora ragazze continuiamo a guardare i film, a patire per i protagonisti e a tifare per un lieto fine, ma una volta spenta la TV ricordiamoci di mandare a quel paese il tizio che non sa nemmeno di non essere felice con la sua ragazza, perché non mi sembra affatto un buon affare. Se ce lo prediamo, probabilmente il poverino il giorno che avrà un problema con noi nemmeno lo capirà.

E, soprattutto, impariamo ad amare ciò che ci fa star bene.
Ricordiamoci sempre che se fa soffrire non è amore.

coppia in bianco e nero
Immagine presa dal web

Rispondi